Giunto alla diciottesima edizione, il premio giuridico nazionale è dedicato alla memoria di due illustri esponenti della comunità giuridica aviglianese: i fratelli Nicola e Leonardo Coviello.

L’importante riconoscimento viene ogni anno attribuito a giovani laureati in materie giuridiche nati o residenti in Basilicata o che siano stati residenti in Regione per almeno tre anni.

La commissione giuridica del Premio risulta composta da sei membri:

Presidente: Francesco Bosetti Accademia Navale di Livorno

Componenti:

  1. Donatello Cimadomo Avvocato e Docente Università di Salerno
  2. Franceso Antonio Genovese Presidente di Sezione della Corte di Cassazione
  3. Aldo Morlino Avvocato Foro di Potenza
  4. Claudio Tedeschi Magistrato Roma
  5. Ferdinando Treggiari Docente Università di Perugia

Ogni anno la Commissione Scientifica attribuisce il Premio in modalità unica o ex aequo e se ritiene, individua anche tra gli altri partecipanti, quelli degni di menzione speciale.

Il Premio consiste in un assegno pari ad € 1.000,00 e nella donazione di libri di carattere giuridico su donazione dell’Amministrazione Comunale, della Pro Loco e della Fondazione Gianturco.

Nell’anno 2020 sono pervenuti 9 lavori di tesi e la Commissione ha individuato come vincitrice unica del Premio la dott.ssa Iole Pia di Ciommo con una tesi dal titolo:

I profili civilistici del contratto di concessione: recesso, revoca e risoluzione tra diritto pubblico e diritto privato (Università di Roma – LUISS).

Non sono stati individuati per l’anno 2020 lavori degni di menzioni speciali tra gli altri partecipanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *