sito web

unpli

basilicata

PRO LOCO

AVIGLIANO

PREMIO ARCO

 

Pro Loco Avigliano - Corso Gianturco, 42 85021 Avigliano Pz

©ildiaframma 2014

Il perché di un Premio

 

Sul filo della memoria e per la gioia tranquilla del ricordo, con il rapporto profondo che da sempre lega gli aviglianesi alla propria terra d'origine, la Pro Loco di Avigliano ha inteso istituire un premio da riconoscere a propri concittadini, che fuori da Avigliano si siano distinti per meriti e capacità e che con Avigliano continuino a tenere un vivo legame.

Abbiamo voluto chiamarlo Premio Arco, scegliendo simbolicamente l'Arco di Piazza Gianturco come elemento identificativo della intera Comunità aviglianese.

Un luogo fisico dove ciascuno saprà e potrà leggere la propria infanzia, la propria storia, i propri ricordi, rinnovando le ragioni profonde del legame con la propria terra; per contrastare un futuro che appare incerto e nel quale i fattori disgreganti sembrano avere la meglio su quelli che da sempre hanno segnato e caratterizzato la vita di Avigliano.

Una comunità, quella aviglianese, che da sempre non si identifica con un territorio ma con un patrimonio di valori, di tradizioni e di cultura, di sapori e di sentimenti, segnata sempre da vivacità culturale, intraprendenza e laboriosità.

La Pro Loco intende quindi offrire un giusto riconoscimento a coloro, che nei diversi luoghi e nelle diverse condizioni in cui sono stati chiamati a realizzare il proprio percorso umano professionale hanno saputo conservare memoria delle proprie radici.

Sono, costoro, esempi positivi che intendiamo proporre a coloro che rischiano di non avere memoria e di perdere con essa la consapevolezza di rappresentare una comunità antica quanto nobile, i suoi uomini migliori, la sua storia.

 

 

Premiati: Anno 1998

Angelo Santoro - Sindaco di San Mauro Torinese

 

Figlio di contadini della Frazione Miracolo, Angelo Santoro nasce ad Avigliano il 2 Maggio 1932, nella casa del centro storico situata al Vico Fontana.

Dopo notevoli sacrifici, nel 1954 si diploma presso l'Istituto Tecnico G. Gasparrini di Melfi, l'unica scuola per geometri esistente all'epoca sull'intero territorio regionale.

Si scrive, quindi al Collegio Provinciale dei Geometri di Potenza ede esercita in loco la professione per alcuni anni.

Nel 1960 è costretto ad emigrare, come molti nostri concittadini, a Torino in cerca di migliori opportunità lavorative.

E', per qualche tempo, alle dipendenze di un'impresa edile il cui titolare è di origine meridionale. In seguito si afferma come libero professionista nella città sabauda.

Nel 1966 si trasferisce nel Comune di San Mauro Torinese e riesce ben presto a conquistarsi la stia e l'ammirazione dei suoi concittadini, i quali lo eleggono loro primo rappresentante il 5 maggio 19958. E' la prima volta per un sindaco eletto direttamente dal popolo.

Per un emigrato proveniente dal profondo Sud non è cosa da poco.

Nonostante il distacco dal suo paese natio, Angelo Santoro ha sempre continuato a nutrire quell'amore per la propria terra e quella fierezza dell'appartenenza che contraddistinguono gli uomini di Avigliano

Conserva, a tutt'oggi, un'invidiabile perizia nell'uso delle espressioni dialettali.

 

 

 

 

Domenico Viggiano  Direttore Accademia Belle Arti di Firenze

 

 

 

 

 

Figlio di genitore aviglianesi, Domenico Viggiano nasce ad Irsina (Mt) il 25 febbraio 1943.

Terminati gli studi d'arte a Bari, nel 1960 si iscrive, non ancora diciottenne, all'Accademia delle belle Arti di Firenze conseguendo il diploma nel 1964.

Dal 1967 insegna Tecniche dell'incisione prima all?Accademia delle Belle Arti di Lecce e poi un quella di Carrara; nel 1972, non ancora ventinovenne, diviene titolare della stessa cattedra presso l'Accademia dove si è formato e perfezionato sotto la guida di illustri maestri.

Il rapporto con l'Accademia d'arte più antica del mondo, che ha avuto come primo direttore Michelangelo Buonarroti, sarà una costante del suo percorso artistico, accademico e professionale giacché ne diviene prima Vice Direttore (dal 1972 al 1983) e poi Direttore.

Il prestigioso incarico tuttavia non lo allontana né dal suo mestiere di artista versato nel campo della scultura, dell'incisione e della fotografia né dall'arricchire il già ricco palmarés con ulteriori riconoscimenti ed incarichi sul piano artistico-professionale.

Le sue opere scultoree e di incisione sono state esposte nelle più importanti mostre ed esposizioni nazionali ed internazionali.

Parimenti assorbente è la sua passione per la fotografia da cui sono scaturiti pregevoli cataloghi, volumi e pubblicazioni.

 

 

Premiati: Anno 1999

Nicola Pace Procuratore Distrettuale Antimafia - Trieste

 

 

 

 

Girolamo Gagliardi  Primario anestesista a riposo

 

 

 

 

Premiati: Anno 2000

Padre Andrea Rosa  religioso e musicologo

 

Nasce ad Avigliano il 16 ottobre 1911 da Tommaso e da Maria Luigia Summa.

Apprende da suo padre, modesto artigiano, le prime nozioni di musica.

Nel 1925, a soli 14 anni, Andrea Rosa si trasferisce a Foglizzo (To), presso i Salesiani.

Lì inizia a la sua vera carriera musicale, avendo l?occasione di avere come insegnante Don Giuseppe VESCO, valente compositore ed organista.

Nel 1929 si trasferisce in Colombia, dove fa il noviziato e dove risiede ancora oggi. Conclusi gli studi di filosofia a Mosquera, viene ordinato sacerdote il 3 dicembre 1939.

Più tardi ottiene il titolo di Specialista in Filosofia Pedagogica e in Psicologia Evolutiva.

Preso l'Università di Bogotà ha l'occasione di studiare composizione musicale e direzione d'orchestra con i professori Giuseppe Maria Bermudez, Egisto Giovanetti e Antonio Maria Valencia.

E? conosciuto in Colombia, nell'esteso Dizionario degli scrittori colombiani, come ?scrittore e saggista corretto, profondo ed oggettivo?.

Il governo della Colombia gli ha intitolato un Liceo Scientifico ed il Collegio Dipartimentale I.P.C.? nella città di Neiva (Colonia)

 

Romualdo Vittorio Coviello

 

Nasce ad Avigliano l'8 Maggio 1940.

Sin da ragazzo, si segnala per l?inclinazione verso gli studi e per l?intensa passione civile e politica, caratteristiche, queste, che preludono ad una brillante e composita carriera.

Laureatasi in Economia e Commercio, diviene professore universitario conseguendo la docenza accademica in ?Economia e Politica Agraria prima presso l'Università degli studi di Bari e, poi, presso l?università di Basilicata, del cui CdA è componente per lungo periodo.

Si specializza, preso la Svimez,m sui problemi della programmazione economica regionale e, anche in tale veste, partecipa attivamente alle prime esperienze di programmazione avviate in Basilicata.

Nutrita la sua produzione scientifica che si è occupata, tra l?altro delle tematiche relative all?intervento Straordinario per il Mezzogiorno e alla Politica Agricola Comunitaria; parimenti ragguardevole è la sua attività di columnist su numerosi giornali e riviste.

A livello istituzionale, è tra i ?padri? della Regione Basilicata per la quale svolge ruoli di primissimo piano, sia a livello assembleare che a livello di esecutivo, dal 1970 fino alla seconda metà degli anni ?80.

Dal 1987 è eletto Senatore della Repubblica riconfermato nella XIa e XIIa Legislatura.

Plurimi e tutti di altissimo livello gli incarichi istituzionali finora ricoperti in seno a tale consesso.

Tra gli ultimi (XIIa Legislatura) quello di Presidente della 5a Commissione Permanente ?Programmazione Economica, Bilancio?

 

 

 

 

 

Premiati: Anno 2001

Vito Fiorellini avvocato

 

 

 

 

 

 

Nasce in Via Rupe Tarpa, in Avigliano il 29 settembre 1927, ufficialmente registrato a Lavangone l?11 ottobre.

Vive i primi anni della sua vita a Lavangone e qui riceve, principalmente dal padre, una educazione fatta di sacrifici e laboriosità, serietà e moralità, valori che lo segneranno per tutta la vita.

A 24 anni si laurea in Giurisprudenza e a 25 vince il concorso nell'avvocatura del Comune di Milano.

A 34 anni, ed è un primato per un impiegato pubblico in una grande città come Milano, raggiunge l'apice della carriera.

Conosciuto ed apprezzato dai milanesi, nel '71 lascia l'avvocatura comunale per dedicarsi alla libera professione.

Nel 1975 viene eletto Consigliere Comunale ed Assessore all'Ecologia.

Dimessosi per incompatibilità è nominato Presidente di un'Azienda municipalizzata.

Ancora dimissionario, nel 1977 si reca in Australia per insegnare grammatica italiana in un istituto universitario di Adelaide.

Attualmente vive a Milano e dirige un apprezzato studio legale i cui pochi ma buoni clienti gli consentono, quando occorre, il gratuito patrocinio senza che venga richiesto dal tribunale.

Scrittore di ottima fattura ha pubblicato il testo L'ultimo dei Cusci con il quale ha consegnato alla storia una larga parte della tradizione, della saggezza e dei costumi aviglianesi.

Con ammirazione e rispetto ha amato il suo paese tanto da considerarsi ambasciatore di Basilicata e principalmente della sua capitale: Avigliano

 

 

 

Joseph Zaccagnino  Manager

 

 

 

 

 

 

 

Nato nel 1946 a New Rochelle (New York), Joseph Zaccagnino vive i primi anni della sua vita circondato dall?affetto dei genitori, della nonna Caterina aviglianesi emigrata in America insieme al marito e al figlio negli anni venti ? e degli zii Nicola e Donato i quali, insieme al padre Giuseppe ? nato anch?egli ad Avigliano gestiscono l?attività del nonno morto prematuramente.

Nel 1968 sposa l?attuale moglie, Sue Oetting, dalla quale ha quattro figli: Michael, Amy, Thomas e Daniel.

Si laurea giovanissimo e, nel 1970, consegue un ?Master Degree?alla ?Shool of Medicine? dell?Università di Yale.

Attualmente è Presidente e Amministratore Delegato dello ?Yale New Haven Health System?, uno dei più importanti sistemi di assistenza sanitaria degli Stati Uniti: con le sue numerose unità ospedaliere e con i suoi 12.000 dipendenti, questo presidio ogni anno presta le sue cure a circa 70.000 pazienti; le sue strutture ? tra le quali ricordiamo l?Ospedale di Yale-New Haven che è considerato attualmente uno dei migliori del Paese ? sono collegati con le migliori università e sono centri di eccellenza per l?Alta Formazione della nuova classe medica americana.

Lavora nella stessa organizzazione da 32 anni, distinguendosi per sue doti umane e per le sue spiccate capacità imprenditoriali.

?Sebbene sia molto fiero del mio lavoro ? dichiara ? ciò che mi rende orgoglioso è la mia famiglia e la mia origine aviglianese?

 

 

 

 

Premiato: Anno 2002

Padre Carlo Luongo missionario

 

 

 

 

 

 

Giuseppe Luongo alias Pepp' Zaparon' nasce ad Avigliano il 15 agosto 1933. Consacrato sacerdote il 28 agosto del 1959 con il nome di Padre Carlo, parte per la foresta dello Zambia il 10 agosto 1966 per esercitare la sua missione evangelica, un paese africano che si trova al 12° posto in graduatoria, per l?economia, fra tutti i apese della terra.

Successivamente nella città di Ndola, nello stesso Paese, svolge la sua attività di Parroco, di Rettore del Seminario minore e di Cappellano del carcere della stessa città.

Si prodiga, in quella misera terra, anche nella costruzione di chiese e cappelle e nella cura dei bisognosi ed ammalati con cristallino spirito cristiano.

Attualmente è impegnato in un lodevolissimo programma umanitario con la costruzione di scuole per handicappati, per bambini orfani e per adulti analfabeti.

 

Premiato: Anno 2003

Leonardo Morlino Docente Universitario

 

Nato a Montemurro (Pz) da famiglia aviglianese, è Professore Ordinario di Scienza Politica presso la facoltà di Scienze Politiche "Cesare Alfieri" dell'Università di Firenze.

Pur avendo mantenuto i contatti con la sua terra di origine, ha studiato a Colonia (Germania), ad Essex (Gran Bretagna) e alla Yale University (UA). Ha insegnato al Nuffield College (Oxford, Gran Bretagna). All'Institut d'Etudes Politiques di Parigi, l'Istituto Juan March di Madrid, alla Stanford University (USA).

E' stato dirigente dell'Associazione Internazionale di Scienza Politica dal 1988 al 1991 e Presidente della Società Italiana di Scienza Politica dal 1998 al 2001.

E' stato condirettore della Rivista Italiana di Scienza Politica da 1986 al 1992 a Preside della Facoltà di Scienze Politiche di Firenze dal 1992 al 1996.

E' coordinatore del dottorato in scienza politica dell?Università di Firenze e direttore del Centro di Ricerca sul Sud Europa (CIRES) e del Centro di Documentazione Europea (CDE).

Ha scritto diversi volumi in italiano, inglese e spagnolo. Ha anche pubblicato circa duecento saggi in italiano, spagnolo, francese, inglese, tedesco, ungherese e giapponese.

I temi su cui ha svolto ricerca sono stati i rapporti tra gruppi di interesse e partiti. Le trasformazioni organizzative dei partiti italiani, ma anche le crisi democratiche degli anni venti e trenta nel Sud Europa e i processi successivi di consolidamento democratico in Itali, Spagna, Portogallo,e Grecia.

Attualmente sta svolgendo una ricerca sulla qualità della democrazia nel Sud Europa e una sull?impatto dell'Unione Europea sulle modalità di rappresentanza nel Sud Europa.

 

 

Premiato: Anno 2004

Angelo MancusAvvocato

 

Nato a Potenza il 22 gennaio 1939, residente a Livorno, laureato a pieni voti in giurisprudenza presso l'Università di Pisa nel 1962. Procuratore legale dal 1964. Avvocato dal 1960, iscritto all'Albo Professionale di Livorno, Pratocinante in Cassazione.

Assistente presso la Cattedra di Scienza delle Finanze e Diritto Tributario dell'Università di Pisa. Assistente presso la Cattedra di Politica Economica e Finanziaria dell'Università di Roma. Presidente della Federazione Universitari Cattolici Italiani.

Console Onorario degli Stati Uniti Messicani. Presidente del Collegio dei Sindaci Revisori presso l'Ospedale Civile di Livorno in Rappresentanza del Ministrero del Tesoro. Presidente della Tecnocamere S.r.l., Presidente Unioncamere Toscana, vice Presidente della Camera di Commercio Italiana per la Cina.

Consigliere del Banco di Napoli International Lussenburgo. Amministratore Delegato del Banco di Napoli Holding S.p.A., Presidente della Camera di Commercio I.A.A. di Livorno. Presidente di InfoCamere - Società consortile di informatica delle Camere di Commercio Italiane P.A.

 

Premiato: Anno 2005

Pietro Telesca Ingegnere

 

Nato a Viggiano (Pz) il 2 agosto 1944. Laureato in Ingegneria Civile Idraulica conseguita presso l'Univerisità degli Studi di Napoli nel 1981, abilitato alla professione e iscritto all'Albo della Provincia di Torino dal 1973. Direttore dell'A.I.P.O. dal 2002. Il nostro ingegniere Piero Telesca figlio di aviglianesi doc, casualmente nato a Viggiano dove la famiglia si era trasferita per ragioni di lavoro.

Vanta lunga esperienza nello specifico settore della Prevenzione Infortunio e nella Difesa del Suolo, essendo stato nominato dal Consiglio Regionale del Piemonte, via via nel corso della sua carriera: Membro effettivo della Commissione Regionale per sistemazione idraulica del Piemonte, Membro effettivo del Comitato Regionale Opere Pubbliche, Responsabile Regionale dell'assetto idro-geologico, Direttore Generale Regionale del Piemonte per la Difesa del Suolo.

Attualmente Direttore dell'Agenzia Interregionale per il Fiume Po A.I.P.O.

 

 

Premiato: Anno 2006

Franco Gianturco  Libero Docente in Anestesia e Rianimazione

 

Nato a Napoli il 9 agosto 1926, figlio dell'Avvocato Penalista Bartolo Gianturco. Si laurea in Medicina e Chirurgia presso l'Università "La Sapienza" di Roma nel 1952.

Dal 1959 è Socio della Società Italiana di Anestesia Analgesia Rianimazione e Terapia Intensiva. Dal 1892 è Socio della Società Italiana di Terapia Intensiva. Negli anni '80 e '90 ha collaborato attivamente alla pubblicazione della nuova edizione della "Enciclopedia Medica Italiana", edita dalla USES Edizioni Scientifiche Firenze, redigendo molteplici voci dell'Opera ed articoli riguardanti tematiche e problematiche proprie della Disciplina Anestesiologico- Rianimativa.

Nel dicembre del 1992 gli è stato conferito l'incarico di Menbro del Gruppo di Studio e di Lavoro promosso dal Ministero della Sanità con il compito di definire i criteri medico-biologici e, quindi le procedure da seguire, nelle varie epoche della vita, per giungere a un corretto accertementento della morte celebrale.

 

 

 

 

 

Premiato: Anno 2007

Mons. Antonio Santarsiero  Vescovo di Huacho- Lima- Perù

 

 

 

 

 

Nato a Avigliano il 13 giugno 1951, nel 1974 parte missionario per il Perù. Nel 1980 viene nominato Parroco della Parrocchia "Santo Toribio de Mogrovejo" a Chimbote, parrocchia che doveva nascere nell'invasione, nella più squallida povertà, nel deserto popolato da un popolo giovane.

Il 13 giugno 2001 viene proclamato Vescovo di Huari e in agosto dello stesso anno viene consacrato Vescovo nella Cattedrale di Lima. Il 4 febbraio 2004 viene eletto Vescovo di HUACHO, diocesi composta da sei province, di cui tre sulla costa.

Attualmente Mons. Santarsiero è impegnato in un lodevolissimo programma umanitario con la costruzione di scuole per diversamente abili, per bambini orfani e per adulti analfabeti nonchè del nuovo seminario e nella ristrutturazione della cattedrale.

 

 

Premiato: Anno 2008

Domenico e Antonio Pisani

 

I fratelli Domenico e Antonio Pisani nati ad Avigliano rispettivamente il 19/06/1944 e il 24/07/1952, dopo un difficile percorso iniziale, indispensabile per l'inserimento nel tessuto sociale del nord, nel 1974 fondano a Monza la società Fratelli Pisani snc impegnata nella vendita di prodotti per macchine d'ufficio. La società consegue nel giro di pochi anni importanti traguardi tanto che è indispensabile ampliare la sede e aumentare l'organico che passa da 20 a 32 unità.

Nel 1978 diventa una società di capitali sotto la presidenza di Domenico Pisani e ha inizio l'attività di distribuzione all'ingrosso per mezzo di fornitori italiani ed esteri. Nel 1988 la Pisani srl diventa Pisani Distribuzione SpA e la rete degli agenti si espande a tutto il territorio nazionale creando così un continuo aumento del fatturato. Negli ultimi tre anni e mezzo di attività, la Pisani Distribuzione ha realizzato un sistema informativo verticale capace di fornire

in tempo reale tutte le informazioni relative alla risoluzione di qualsiasi tipo di problema, è stato realizzato, inoltre, un sito di commercio elettronico in grado di gestire l'80% degli ordini provenienti dai rivenditori inseriti in una rete nazionale di 170 affiliati Master-Team. Ciò che ha contraddistinto l'attività dei fratelli Pisani è la propensione al rischio, la passione e l'intuito imprenditoriale associati a una significativa capacità di sintesi e organizzazione

da sempre volta alla salvaguardia e al rispetto del rapporto umano

 

 

 

 

 

 

Premiato: Anno 2009

Francesco Antonio Genovese

 

 

 

 

Francesco Antonio Genovese nasce ad Avigliano il 18 aprile 1954. Dopo il conseguimento del diploma presso il Liceo Scientifico Galileo Galilei di Potenza col massimo dei voti, si iscrive alla Facoltà di Giurisprudenza dell'Università Federico II di Napoli dove, nel marzo del 1978, si laurea con lode discutendo una tesi in Filosofia del Diritto dal titolo «Karl Korsch e il marxismo». Cultore della materia presso la cattedra di Istituzioni di Diritto Privato dell'Ateneo Federiciano, negli anni 1979, 1980 e 1981 vi tiene corsi di esercitazione destinati agli studenti della Facoltà di Giurisprudenza, frequentati da futuri magistrati. La sua carriera accademica si interrompe per qualche anno, durante i quali intraprende la professione giudiziaria. Nel 1980 vince il concorso in magistratura ove si classifica al 1° posto e perciò ottiene i premi Eula e Terranova, il primo conferito in Cassazione e il secondo a Palermo. Svolge l?Uditorato a Napoli nel 1980-1981 e, nel settembre del 1981, ottiene il conferimento delle funzioni presso la Pretura di Prato, dove svolge l'attività di Pretore penale e di Pretore del lavoro. Nel 1986 è nominato cultore della materia presso la cattedra napoletana di Istituzioni di Diritto Privato, tenendo alcuni corsi di esercitazioni agli studenti di Giurisprudenza dell?Università "Federico II" Dal novembre 1991 al novembre del 2001 svolge le funzioni di assistente di studio presso la Corte costituzionale e ricopre l'incarico di insegnamento di Giustizia Costituzionale presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Urbino, dove tiene altresì il corso di Ordinamento Costituzionale fino all'anno 2002 . Dal 30 gennaio 2001 svolge le funzioni di magistrato di appello presso il massimario della Corte di Cassazione e poi dal 2005 diventa Consigliere della corte di Cassazione prima presso la V sezione Tributaria e poi presso la I sezione Civile. È altresì componente del Tribunale superiore delle acque pubbliche e della commissione tributaria centrale. Il 29 luglio 2008, il CSM gli ha conferito le funzioni direttive di Presidente del Tribunale di Prato, che tuttora svolge.

 

 

 

 

Premiato: Anno 2010

Vito Mollica

 

 

 

 

Vito Mollica nasce ad Avigliano il 27 Luglio del 1971 e fino all?età di 6 anni vive in frazione Tuoppo, nei pressi di Possidente. Nel 1977 insieme con la famiglia si trasferisce a Origgio, ricongiungendosi così al padre, emigrato nel varesino già quattro anni prima per motivi di lavoro. Tra il 1984 e il 1987 frequenta l?istituto alberghiero di Casargo (CO), dove consegue l?attestato di Commis di Cucina. Muove i suoi primi passi nel mondo dell'arte culinaria svolgendo l?apprendistato presso il Principe Di Piemonte di Viareggio (1987) e il Gama Hotel di Milano (1988). Tra il giungo del 1988 e il maggio del 1989 è Commis de Cuisine presso prestigiosi ristoranti italiani ed esteri; a partire dal 1989, ancora giovanissimo, riveste il ruolo di Chef de Partie prima a Milano (?Mauro? Restaurant), poi a Madonna di Campiglio (Relais Des Alpes), quindi ancora nel capoluogo lombardo (Jolly Hotel Milanofiori). Tra il 1993 e il 2000 è Sous Chef, Demi Chef de Partie, Sous Chef de Cuisine presso rinomati Hotels e ristoranti quali ? per citarne solo alcuni - il Jolly Hotel Plaza di Genova e il Caruso Restaurant del Jolly Hotel Carlton di Amsterdam. Nel 1996 entra come Chef de Partie nella prestigiosa catena canadese Four Seasons Hotels a Milano. Dall?ottobre del 2000 all?agosto del 2007 ha ricoperto il prestigioso ruolo di Executive Chef presso il Four Seasons Hotel di Praga. Dal settembre del 2007 è Executive Chef presso il ristorante del Four Seasons Hotel di Firenze. Ha frequentato numerosi stages e seminari in Italia e all?estero e ha ricevuto numerosi riconoscimenti a livello nazionale e internazionale, tra cui ? per citare solo il più recente ? l?Ampolla d?oro, premio di cui è stato insignito dall'Enoteca Italiana di Siena. Dal 2007 vive e lavora a Firenze e pur avendo trascorso la maggior parte della sua vita fuori dai confini della Basilicata, non ha mai dimenticato la sua terra, che rievoca costantemente anche nei suoi piatti.

 

 

 

 

Premiato: Anno 2011

Pierluigi Claps

 

 

 

 

Pierluigi Claps è nato nel 1960 ad Avigliano. E' professore ordinario di Costruzioni Idrauliche e Idrologia presso il Politecnico di Torino dal 2000. Si laurea nel 1986 in Ingegneria Civile Idraulica a Napoli, dove consegue il Dottorato di Ricerca nel 1990. Nel corso degli studi impara a comprendere il dialetto calabrese, varie sfumature di dialetti avellinesi e soprattutto il napoletano. Alla fine del 1989 torna in Basilicata, per lavorare nell?Ateneo lucano come collaboratore, funzionario tecnico, ricercatore e professore associato. Lascia la Basilicata nel settembre 2000 per ricoprire una cattedra vacante da decenni a Torino, tuttora l?unica in Piemonte. Continua per qualche anno a seguire studenti lucani e mantiene ancora un attivo legame con quell?Ateneo, che mai avrebbe immaginato di lasciare. Fin dalla tesi di laurea si occupa di problemi relativi alla gestione delle risorse idriche ed alla valutazione del rischio alluvionale sul territorio, temi che tratta nelle discipline di idrologia e protezione idraulica del territorio. Le attività svolte nell'ambito della ricerca scientifica lo hanno portato a pubblicare oltre 100 tra articoli scientifici e monografie, tra cui 20 articoli su prestigiose riviste internazionali. Ha tutorato nel dottorato di ricerca dodici ingegneri, alcuni dei quali hanno ricevuto premi nazionali per la loro attività. Ha lavorato presso la Louisiana State University, la University of Virginia e l'Institute for Water Education UNESCO (Delft - Olanda). In numerose conferenze internazionali è stato organizzatore o membro del comitato scientifico. E? stato responsabile nazionale di progetti del Ministero dell'Università (PRIN). E? membro della Giunta del Consorzio Universitario CINID, e Presidente del Comitato Scientifico di HydroAid. Nella ricerca prova a coniugare l?innovazione nei metodi con uno spiccato carattere applicativo, trovando insperata compagnia in collaboratori che condividono il suo approccio, tipicamente lucano, alla cura dei dettagli e alla concretezza degli obiettivi. Non dispera di imparare il piemontese ma nel frattempo pensa, e molto spesso parla, nella lingua madre Aviglianese.

 

Premiato: Anno 2012

 

 

 

 

Premiato: Anno 2013

Franco Bochicchio

 

Franco Bochicchio nasce, da genitori aviglianesi, ad Albisola Superiore (Savona) il 13  marzo del 1963. Coniugato con Monica, ha due figli:  Francesco, 16 anni, e Margherita, 12.

Terminati gli studi liceali, si laurea, nel 1989,  in Ingegneria Meccanica presso l’Università degli Studi di Genova. Svolge il servizio militare come Ufficiale del Corpo tecnico dell’Esercito, cui accedono,  per ogni corso,  solo 40 laureati tecnici selezionati in Italia.

Dirigente d’azienda dal 1999,   matura significative competenze specialistiche e manageriali nella gestione di impresa e nella pianificazione, gestione e controllo della produzione, della logistica, dei sistemi di gestione per qualità/sicurezza/ambiente, sviluppando particolarmente temi di ristrutturazione aziendale.

Attuale Direttore Generale di Ferrania Solis, società del settore fotovoltaico appartenente ad un importante Gruppo Armatoriale genovese, porta l’azienda ad essere la prima in Italia per volumi prodotti e commercializzati, consolidandone la leadership di immagine di qualità e avviandone l’espansione su importanti mercati esteri (Brasile, Germania ed Emirati Arabi).

Ha ricoperto le cariche di: Direttore Operations nel Gruppo Azimut Benetti; Direttore di Stabilimento in Trenitalia; Direttore Stabilimento e Business Unit nel Gruppo Saint Gobain Italia  e  Direttore di Stabilimento di Ralston Purina International.

Dal 1979 al 1999  ha collaborato  come illustratore con riviste e quotidiani sportivi italiani (Guerin Sportivo, Tuttosport) e società di calcio (FC Internazionale, Juventus, Torino).

Nel  1994 ottiene, a Milano,  il riconoscimento quale miglior disegnatore italiano nel settore sportivo. Ha illustrato la storia della Nazionale di calcio, esposta presso il Museo della Nazionale a Coverciano.

E’ socio fondatore e consigliere del Vintage Motors Club Savona, club di Auto Storiche,  affiliato ASI.

Dal 2010 è membro del Rotary Club Savona ed è tra i soci creatori della Fondazione Arco che sostiene la ricerca del Polo Oncologico cuneese.

E’ Docente aziendale in Master GSA post laurea nella gestione industriale nell’Università di Pisa e presso la Scuola di formazione manageriale Stogea a Lucca.

Frequenta con amore e assiduità, dall’età di sei mesi,  la Città di Avigliano, mantenendo un profondo legame con le persone e i luoghi della sua terra d’origine.